Il refrigerio alternativo tra Liguria e Piemonte

Bagnanti nel torrente Borbera (Cabella Ligure)

La calura di questi giorni non dà tregua ed il desiderio di immergersi nel refrigerio dell’acqua di mare è forte.
Ma le spiagge sono affollate e le distanze di sicurezza per il pericolo Covid-19 non sempre sono rispettate.
L’alternativa sono le piscine (ancor più affollate) o le acque interne e qui l’offerta non manca.
Tra Liguria e Piemonte vi sono diverse opzioni che andiamo ad elencare.

Il Torrente Gorzente è un piccolo corso d’acqua che scorre a cavallo tra Piemonte e Liguria e confluisce poi nel Torrente Piota. Per gran parte del proprio corso il fiume transita nel Comune di Bosio, in luoghi selvaggi e disabitati che fanno parte del Parco regionale delle Capanne di Marcarolo, dove forma gli splendidi laghi della Lavagnina. Inoltre il fiume oltre ad essere balneabile è anche pescabile, pur risentendo di qualche problema nei periodi di secca, in particolar modo nella parte alta.

Il Torrente Piota attraversa interamente la Provincia di Alessandria, bagnando i comuni dell’ovadese quali Bosio, Casaleggio Boiro, Lerma, Tagliolo Monferrato e Rocca Grimalda, da dove si getta nell’Orba. Il fiume nasce dal Monte Pracaban scavando il suo percorso tra i monti dell’Appennino Ligure in luoghi incontaminati che fanno parte del Parco regionale delle Capanne di Marcarolo. Il breve torrente regala luoghi suggestivi in cui tuffarsi e spiagge di sassi.

Continua a leggere