Titanio: paura di attività estrattiva nel Beigua

Legambiente Liguria esprime “grande preoccupazione dopo avere appreso che con il decreto numero 1211-2021 la Regione Liguria concede per tre anni alla CetT, la Compagnia Europea per il Titanio, il permesso di ricerca, che ha la finalità di portare all’apertura della miniera nel comprensorio del Beigua”.

“Riteniamo questa una scelta sbagliata anche se limitata ai 229 ettari (su 458 interessati complessivamente) che si trovano ai margini del confine del Parco del Beigua, perché è evidente che tutti gli impatti negativi dell’apertura di attività minerarie ricadrebbero nell’area Parco – dichiara in una nota Santo Grammatico, presidente di Legambiente Liguria -.

Con la scusa della ricerca scientifica si verifica un precedente pericoloso, preludio ad una attività insostenibile per impatto ambientale e lontana dai desideri di sviluppo delle comunità locali che da anni si oppongono a qualsiasi ipotesi di apertura di attività estrattive”.

“Legambiente è vicina ai cittadini che vivono e operano nel Parco del Beigua valutando anche le modalità e le sedi opportune per opporsi a questo decreto”.

L’associazione ambientalista ricorda che il gruppo montuoso del Beigua, diventato Parco nel 1995, Geoparco europeo e mondiale nel 2005 e nel 2015 è stato riconosciuto Unesco Global Geopark ed è l’unico parco ligure a potersi fregiare di tale riconoscimento.

Continua a leggere

Liguria circondata

Siamo gialli ma isolati, circondati da regioni irraggiungibili perché arancioni. Sì, potremmo forse andare in Sardegna, ma lei è bianca e non ci vogliono, e comunque non certo col biglietto dell’autobus (pensiero da vecchio genovese: “…mica ce l’hanno ancora messi lì i popolari”! (Govi docet.)

La misera libertà data oggi dall’essere una zona gialla viene così miseramente vanificata. Vediamo comunque come la storia evolutiva del virus nella nostra regione, stando ai dati del Ministero della Salute.

Continua a leggere